COD: 9788832128901 Categorie: ,

Le ventuno lune di Guna

di Paola Poli – 2020

Appena resto sola la figura di Eliius ricompare dapprima sgranata e poi nitida come poche volte lo è stata. Gli riconosco le ali, grandi, incantate, piene d’amore. «Volare è il fondamento, Samira. Volare è sempre la via. Volare è libertà. Libertà è vivere l’amore. Amore, a-mors, senza morte. »

Con parole che suonano chiare, scolpite nella pietra, questo libro parla dell’evoluzione e della crescita di Guna, di Samira, di ognuno di noi. Avviene durante un cammino che giunge sulla vetta del monte al limitare del cielo e prosegue attraverso varchi e porte sin giù nel profondo della terra. Nel percorso i nove misteri, svelati uno a uno, conducono Samira al centro esatto di sé. Due donne e un cammino attraverso il creato, sotto i loro piedi mondi interi si aprono.

Procedi con l’acquisto, prezzo IVA inclusa

25,00

10 disponibili

Descrizione

Dalla prefazione

Un libro lo puoi leggere, lo puoi scrivere, oppure lo puoi vedere nascere di fianco a te e crescere giorno per giorno e poi farne la prefazione, a me è accaduto, ben lieto.

Una storia antica, un mondo arcaico, l’impressione chiara è che l’autrice ce l’avesse dentro questa storia e che da dentro l’abbia trasferita sui fogli.

Un giorno, Paola Poli mi ha spiegato in modo semplice ed efficace, con quei toni svelti e decisi che sono propri unicamente delle cose vere ed evidenti, che dire da dentro o da fuori è proprio solo un modo di raccontarcela e che comunque la sensazione sua era che questa storia le venisse più da fuori che da dentro, e questo è il contatto.

(Carlo Moiraghi)

Indice

  • Prefazione
  • Il principio
  • Veste bianca
  • Centri e periferie
  • Sorelle
  • Argenteo
  • Il sussurro del cuore
  • A-mors
  • Chiara Fonte
  • Una e trina
  • Tu-tun, tu-tun
  • Pensieri e passi
  • Shutu l’angelo donna
  • Fiducia
  • Centro esatto
  • Archetipi
  • Libertà
  • Kalendas
  • Un prato negli abissi
  • Cantico di cura
  • Al lago bluette
  • Eterno presente
  • L’amore esplode
  • Chiedo il permesso
  • Essere il Mistero
  • Un solo sentiero
  • Scegli il bene
  • Mille occhi e sempre quelli
  • L’eterno principio

 

Autore

Paola Poli è medico chirurgo, agopuntrice, Presidente di AGOM, Agopuntura nel Mondo, associazione di volontariato che la porta da oltre vent’anni a curare con gli aghi nelle aree più disagiate del mondo quanto a povertà e sequele di catastrofi naturali.

Per NOI Edizioni con Carlo Moiraghi ha pubblicato Agopuntura in Emergenza, 2016, e Agopuntura in Oncologia, 2018, prima edizione inglese 2019 e seconda edizione inglese 2020.

A Milano si occupa prevalentemente del trattamento con agopuntura delle persone affette da malattia oncologica. È docente di agopuntura, qigong e taijiquan, presso la scuola ALMA – Associazione Lombarda Medici Agopuntori, di cui è coordinatrice dei corsi. Fa parte sia del Consiglio Direttivo di ICMART- International Council of Medical Acupuncture and Related Tecniques, che di FISA – Federazione Italiana delle Società di Agopuntura. È tesoriere di FISTQ – Federazione Italiana delle Scuole
di Tuina e Qigong.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.45 kg
Dimensioni 13.8 × 21 × 2 cm
Collana

Tipologia

Edizione

Prima

Lingua

Italiano

Volume

Unico

Copertina

Flessibile

pagine

416

Isbn

9788832128901

7 recensioni per Le ventuno lune di Guna

  1. info

    Luca De Gaetano

    Libro che mi ha appassionato e dalla lettura scorrevole e coinvolgente: l’ho divorato sperando che non finisse più!
    “Le ventuno lune di Guna” è un libro senza tempo, che parla di tutti noi, del percorso individuale che è unico per ognuno ma che ci unisce universalmente , con fili invisibili. Leggerlo è stata un’avventura e un sogno ma anche l’occasione per meditare e per riconnettermi con parti di me che avevo scordato, con i miei desideri più profondi e con quella sensazione di fede e fiducia che può trasformare i sogni in realtà facendoci sentire pienamente vivi e presenti.

  2. info

    Rossella Pecci

    Le ventuno lune di Guna è un romanzo che, attraverso la narrazione della storia di Samira, apre profondi ed inaspettati spunti di riflessione su noi stessi e su come scoprirsi ed amarsi. Libro di grande interiorità. Complimenti all’autrice, che ho letto per la prima volta, perché è riuscita a coinvolgere ed appassionare, con uno stilo di scrittura molto piacevole.

  3. info

    Irma Bianchi

    E’ più di un romanzo, è il viaggio dello spirito verso la propria conoscenza e la sua liberazione.
    E’ un libro intenso che trasporta il lettore in un susseguirsi di incontri fantastici legati alla terra e agli astri, a popolazioni antiche e animali preistorici, che conducono al sé, tra passato e presente all’unisono.
    Tutto vive dentro la protagonista, che incontra e ascolta guide ancestrali. Soffi di esperienze e di energie negative e positive le fanno scoprire tutta l’esperienza che è già in lei, e che ignorava di avere.
    Un’immersione fra cielo e terra, acqua e fuoco, energie umane, animali e divine, antiche saggezze, un percorso incalzante dello spirito per giungere a trovare il proprio centro, la propria libertà.
    L’autrice si distacca dal quotidiano e si pone in ascolto nella consapevolezza che tutti siamo uniti. Il creato vive in noi e ci conduce.

  4. info

    Carola Grandi

    Un racconto illuminante e denso di concetti che inducono il lettore a interrogarsi sulla propria storia, le proprie origini e la propria visione dell’intero Universo. L’avventura di Samira si articola in una serie di incontri e di esperienze sensoriali che rivelano il suo potenziale apparentemente nascosto e che dimostrano l’importanza di radicarsi e confidare in se stessi, non dimenticandosi mai di essere entità di luce in continua evoluzione e in connessione con l’amore universale.

  5. chialibertas

    Ho letto Le ventuno lune di Guna tutto d’un fiato, lo consiglio assolutamente. È un libro che apre la mente. Mi spiace averlo terminato, Guna e Samira erano una buona compagnia.

  6. chialibertas

    È un libro bellissimo! Mi ha preso fin dall’inizio e l’ho letto tutto d’un fiato

  7. info

    Tatiana Vanini

    Un libro particolare, che unisce la leggerezza e la scorrevolezza del romanzo alla profondità e agli insegnamenti del libro iniziatico.
    “Le ventuno lune di Guna” è un’opera ricca, densa di significati e momenti per riflettere.
    La scrittura di Paola Poli e una carezza avvolgente, morbida e vellutata, estremamente delicata, a tratti poetica. Le parole hanno un fluire chiaro, tutto ha le sembianze della semplicità, anche se molto di quello che incontriamo nello scritto di semplice non ha nulla. Chiaro segno che l’autrice ha ben presente ciò che sta mettendo nero su bianco, conosce l’argomento e ha la capacità, affatto scontata, di trasmettere con immediatezza, incantando il lettore.
    I personaggi sono figure terrene ed eteree, che possono benissimo appartenere al mondo reale come a quello della fantasia, con una grande spinta al femminile, ma pur essendo attori attivi ed importanti all’interno del testo, i protagonisti non sono loro. In “Le ventuno lune di Guna” il protagonista incontrastato è il sapere trasmesso.
    Ogni pagina nella quale ci imbattiamo ha la storia, che prosegue secondo un filo logico, ma soprattutto ha un messaggio di conoscenza.
    Stesso discorso per il viaggio che porta Samira ad allontanarsi dal suo villaggio. E’ un viaggio reale e al contempo metafisico, una discesa nel sapere attraverso vari strati e livelli, un’iniziazione che tende ad un miglioramento, ad una maggior consapevolezza, per un bene superiore individuale e collettivo. Bellissima, dolce, rassicurante e degna di ammirazione è Guna, la nonna di Samira, colei che è guida e maestra, faro che indica il cammino e rischiara il mistero.
    Ben presto ci si rende conto del motivo che ha portato l’autrice a creare personaggi che ci sono, ma sono permeabili al sentire del lettore: perché ognuno di noi può essere Samira. La giovane veste il lettore, e il lettore si veste di lei, procedendo insieme, in completa sintonia, nel percorso del libro.
    Non solo, spostati all’interno di una tribù, in un tempo senza tempo, ci viene fornito un nuovo spunto: la saggezza è antica, è intrisa nella cultura dei popoli; se dimentica può essere riscoperta, perché ci sarà sempre qualcuno che la ricorda ed è pronto a trasmetterla oltre gli anni, attraverso le generazioni, in una ruota continua come la vita.
    “Le ventuno lune di Guna” non è un romanzo d’evasione, arrivati a questo punto lo avrete ben inteso dalle mie parole. Si rivolge ad un pubblico particolare, che guarda al mondo con mente aperta, o sente la spinta a tendere verso qualcosa di diverso, meno materialistico e più spirituale. Ha tanto da dare, ma solo a chi gli si accosta con la corretta intenzione, altrimenti lasciate stare, non ne potrete comprendere l’intimo ed universale messaggio.
    Bellissimo e chiaro oppure ermetico e respingente, “Le ventuno lune di Guna” si offre a chi, come Samira, è pronto ad intraprendere un viaggio speciale.

Aggiungi una recensione